Skip navigation

Monthly Archives: marzo 2011

“Rebécca” diretto ed interpretato da Monica Crotti
– Testo di Marco Andreoli
– Musiche originali: Silvano Magnone ed Anja Kowalski
– Canzone della nonna: Marina De Tullio
“Rebécca” di Marco Andreoli è uno dei casi clinici contenuti in “L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello” di Oliver Sacks. Rebecca non è soltanto una paziente. Ma innanzitutto è la portatrice di un racconto, ed è dunque la dispensatrice di una serie articolata di emozioni. Il monologo racconta di alcuni momenti della vita di Rebecca: ora nel letto della clinica, ora con la nonna, ora nella stanza dei dialoghi e delle terapie con i medici, ora in un luogo non precisamente definito che è quello della fantasia. La scena, pensata come “stanze” della memoria, presenta pochi elementi: un cuscino, una sedia, degli occhiali appesi e delle scarpe su di un cumulo di terra, un trapezio. Rebecca, raccontando, si ritrova nelle varie stanze della sua memoria ed attraverso le parole ed i suoi gesti ci parla delle sue manie, delle sue immaginazioni, della diversità tra gli esseri umani e della condizione umana per eccellenza, la malattia.

Annunci